Cantù, COMO 01 ottobre 2017

Nuovo scontro in piazza: un arresto. Dominicano di 25 anni patteggia quattro mesi di pena

Nuove notte calda in piazza Garibaldi a Cantù, centro cittadino che non vuole proprio saperne di uscire dalle pagine di cronaca. I carabinieri della caserma cittadina sono intervenuti quando ormai era quasi l’alba, chiamati in seguito ad una rissa che era scoppiata tra giovani che avevano alzato troppo il gomito.
Sul posto anche due ambulanze del 118 che hanno medicato e trasportato in ospedale a Cantù due dei presenti. Nessuno per fortuna è in condizioni serie.
Difficile al momento capire i motivi scatenanti dello scontro che avrebbe coinvolto una quindicina di ragazzi, in parte italiani e in parte dominicani. All’arrivo dei carabinieri del Radiomobile della stazione di Cantù, un 25enne della Repubblica Dominicana con cittadinanza italiana ha tentato di aggredire i militari, forse anche in seguito allo stato di alterazione in cui si trovava dopo aver abusato di bevande alcoliche. Calci e pugni bloccati dai carabinieri, che hanno poi arrestato il ragazzo portandolo nella cella di sicurezza della caserma. Ieri mattina si è poi tenuto il processo con rito “direttissimo” che si è concluso con il patteggiamento della pena a quattro mesi di reclusione. Il 25enne è poi tornato in libertà. L’accusa nei suoi confronti era quella di resistenza e violenza a pubblico ufficiale.
Le indagini ora proseguono nel tentativo di ricostruire l’accaduto, la causa scatenante del diverbio e l’identità dei partecipanti allo scontro da cui tutto è nato. La violenta lite è andata in scena proprio nel centro della piazza canturina che in questa settimana è salita agli onori delle cronache per le vicende legate agli arresti di ’ndrangheta.

 

 

   Informazioni importanti:   Acquista anche i prodotti che provengono dal tuo paese